contatti seguici su
  contatti
adam gopnik
back back
adam gopnik
Americano di origine canadese, scrive per «The New Yorker» dal 1986. Nel 1995 si è trasferito a Parigi, dove ha avviato la rubrica Diario parigino per la rivista e un romanzo d'avventura, The King in the window, che poi ha pubblicato nel 2005. È del 2000 Paris To the moon, (Da Parigi alla luna, 2011), un’ampia raccolta dei suoi resoconti sulla capitale francese. Il libro Through the Children's Gate: A Home in New York (2006) (Una casa a New York, 2010), è invece un’antologia di saggi sulla vita newyorkese. Nel 2009, in occasione del bicentenario dalla loro nascita, Gopnik scrive Angels and Ages: A Short Book about Lincoln, Darwin and Modern Life, (Il sogno di una vita. Lincoln e Darwin, 2013). L’ultima opera, The Table Comes First: Family, France, and the Meaning of Food, 2011, (In principio era la tavola, 2012), è uno zibaldone sulla storia del cibo e la nostra relazione biologica, culturale, religiosa con gli alimenti. Gopnik ha vinto il National Magazine Award for Essays and for Criticism tre volte, il George Polk Award for Magazine Reporting e il Canadian National Magazine Award Gold Medal for arts writing. Oggi vive a New York con la sua famiglia.
NEW YORK 2015
CAPRI 2017
photogallery
back next
back next
videogallery
back next
back next